Parco delle Alpi Marittime (Piemonte, Italia)
Parco del Mercantour (Alta Provenza, Francia)

È notte sulle Alpi Marittime, l’ultima luce è stata ingoiata dalle montagne di roccia circostanti. Siamo al calduccio del rifugio, dalla finestra le ombre si sono ormai allungate e l’impressione della giornata si stabilizza in una certezza: siamo in un territorio selvaggio dove non è più l’uomo al vertice della catena alimentare… ma il lupo. Il cammino è stato duro, ma anche affascinante. Certo, il lupo non si è fatto vedere, ma le sue prede sì: camosci e stambecchi che fanno capolino tra le rocce, a volte così mimetizzati che ci si accorge di loro solo dopo un bel po’ che uno fissa una determinata zona.

Il Trekking del Lupo attraversa zone selvagge, piene di un fascino antico misterioso e di suggestiva bellezza.  Un percorso ad anello sulle stupende montagne delle Alpi Marittime che percorre, sulle “orme del lupo”, due parchi naturali con ecosistemi intatti: il Parco delle Alpi Marittime (in Piemonte) e il Parco del Mercantour (in Francia), entrambi con branchi stabili di lupi che sono tornati a popolarli dopo tanti anni di assenza. La particolarità dell’itinerario consiste nel fatto che la partenza e una delle tappe prevedono la visita di due centri faunistici specializzati nell’illustrare la vita, il comportamento e la storia di questo magnifico animale.

Il primo (previsto all’inizio del percorso) è il Centro faunistico Uomini e Lupi di Entracque in cui, oltre all’esposizione permanente formata da un’innovativa proiezione interattiva, è possibile effettuare l’avvistamento di una coppia di lupi, al di sopra di una struttura coperta, in uno spazio recintato. Il secondo, sito in territorio francese, è il Centro faunistico Alpha Loup a Le Boreon. Anche in questo caso, il centro comprende, oltre a un’esposizione permanente, diverse postazioni di osservazione di lupi in branchi in un ampio spazio di foresta.

Il tracciato proposto in anteprima assoluta, con la collaborazione del Parco delle Alpi Marittime, Ferrino e Nikon Italia, ha una lunghezza totale di 75 Km circa e comprende il passaggio su cinque spettacolari colli a 2400 m di quota, toccando le caratteristiche Strade di Caccia Reali costruite per il re Vittorio Emanuele II.

Il paesaggio toccato dal trekking è molto vario, sempre grandioso, con laghi, foreste e cascate e non manca la possibilità di avvistare prede del lupo come camosci e stambecchi. Nel suo complesso di sei giorni di cammino, il Trekking del Lupo, regala un’esperienza degna dei grandi trekking mondiali, a due passi da noi.

Siamo stanchi per la tappa della giornata, ma il pensiero di essere in solitudine nel territorio di questo mitico animale ci rende vigili e con i sensi in allerta ad ogni minimo rumore nel buio. Lo sappiamo che il lupo ci ha fiutato da chilometri di distanza e ha percepito la nostra presenza da molto tempo. Sappiamo anche che non si avvicinerà. Per lui siamo cosa grama, la causa della sua quasi estinzione, il nostro odore lo terrà alla larga. Non siamo cacciatori, ma questo forse non lo sa.

No, sbagliato, cacciatori lo siamo, anche se di sole immagini… Durante il nostro trekking molte immagini le abbiamo scattate con grande passione e con grande emozione (spesso anche difficile da descrivere), ma la foto più bella che conserviamo solo nella nostra mente è l’immagine “immaginata” del lupo che libero corre sulle sue (nostre?) montagne.

Un augurio e un “in bocca al lupo”… sono d’obbligo!

Buon cammino.

Io sono il lupo.
La fame è la mia compagna,
la solitudine la mia sicurezza
Io sono l’istinto.
Il freddo è il mio giaciglio,
il vento la mia sola coperta.
Io sono il silenzio.
Un’ombra nella foresta
impronte lungo il fiume
occhi di brace nel profondo buio.
Io sarò forse ucciso,
mai disperso, cancellato
come immortale spirito del bosco
di nuovo vigore sarò creato.
Io sono il lupo.

 “Io sono il lupo” (Anonimo)

per maggiori informazioni:
Terre di Mezzo EditoreIL TREKKING DEL LUPO,
dalle Alpi Marittime, al Parco del MercantourCOPE_ESTERNO_Trekking_d_lupo[1]
ISBN 978-88-6189-295-8
€ 13,50
pagine 96
anni di pubblicazione 2014
apri il libro